Club Alpino Italiano

Sezione di Bassano del Grappa

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Tipologie di Dati raccolti

Fra i Dati Personali raccolti da questa Applicazione, in modo autonomo o tramite terze parti, ci sono: Cookie, Dati di utilizzo, Nome e Email.

Altri Dati Personali raccolti potrebbero essere indicati in altre sezioni di questa privacy policy o mediante testi informativi visualizzati contestualmente alla raccolta dei Dati stessi.
I Dati Personali possono essere inseriti volontariamente dall’Utente, oppure raccolti in modo automatico durante l'uso di questa Applicazione.
L’eventuale utilizzo di Cookie - o di altri strumenti di tracciamento - da parte di questa Applicazione o dei titolari dei servizi terzi utilizzati da questa Applicazione, ove non diversamente precisato, ha la finalità di identificare l’Utente e registrare le relative preferenze per finalità strettamente legate all'erogazione del servizio richiesto dall’Utente.
Il mancato conferimento da parte dell’Utente di alcuni Dati Personali potrebbe impedire a questa Applicazione di erogare i propri servizi.

L'Utente si assume la responsabilità dei Dati Personali di terzi pubblicati o condivisi mediante questa Applicazione e garantisce di avere il diritto di comunicarli o diffonderli, liberando il Titolare da qualsiasi responsabilità verso terzi.

logo gruppo naturalistico

Marchio CAI

 

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Bassano del Grappa


Gruppo Naturalistico A. Dal Sasso

 

04 GIUGNO 2017
MONTE ZELO
(Alle pendici -  sul sentiero della “montagna dimenticata”)

Il Monte Zelo, che incombe sulla conca agordina, è il lembo più settentrionale del gruppo della Talvena ma grazie alla sua posizione isolata è spesso considerato un gruppo a sé; boscoso a nord presenta verso sud una spaventosa parete di circa 800 metri. Durante l’escursione si potrà volgere lo sguardo sull’Agner, Sulle Pale di San Lucano e su quelle di San Martino, sulla Moiazza, sul Tamer, sulla Talvena, sulla Schiara e infine sui Monti del Sole. Percorso non impegnativo e poco frequentato che può essere ridotto (in caso di maltempo) anche solo alla piacevole malga Foca

Da Conaggia (820 m - frazione di La Valle Agordina) si prende la strada sterrata con segnavia 542 che si inoltra in leggera salita lungo la valle del Torrente Bordina. Superato un ponticello si lascia a destra una deviazione che porta ad alcune casere e si attraversa il Torrente Bordina su un secondo ponte portandosi sul versante sinistro della valle a quota 900 m circa dove, in un piazzale nel bosco, abbandoniamo i nostri mezzi.

Da qui prendiamo il sentiero, parte su strada e parte con tagli nel bosco, che con ripidi tornanti sale la Val de le Pontesie. Il panorama intanto si apre sulla conca di Agordo e su Agner, Pale di San Lucano, Pale di San Martino e Moiazza oltre che sui soprastanti Castello di Moschesin e Tamer.

Dopo una serie di tornanti si arriva al capitello della Madonna de S'ciar (1185 m) da dove, lasciato il sentiero 542, si sale per il n. 545 , attraverso abeti e faggi, fino ad incrociare il sentiero in quota proveniente da casera La Foca per poi in breve raggiungere la Forcella Folega (m. 1547) che introduce alla stupenda conca prativa dove sorge il Bait di Folega (m. 1547), luogo ideale per una sosta che si raggiunge dopo un breve tratto a saliscendi (ore 2.15 dalla partenza).

Da questo punto l'escursione può essere ridotta poiché, ritornando sui propri passi sino al bivio vicino a Forcella Folega, in breve (circa 30 minuti) si può prendere a destra il sentiero che rimanendo pressoché in quota sul versante settentrionale del monte Valaraz raggiunge Malga Foca (m. 1495), posta in una panoramica radura con vista sulla conca agordina. Ma, per quelli non appagati, l'escursione prosegue per il “Sentiero della montagna dimenticata”.

Dal Bait si prosegue sul sentiero n. 545 per guadagnare in pochi minuti la vicina Forcella Pongol (m. 1549) dalla quale ci si cala per breve tratto fino a un bivio  dove si incrocia il sentiero n. 541 “La montagna dimenticata” proveniente dal Monte Zelo. Prendiamo questo sentiero in direzione Est risalendo il ripido pendio accompagnati da resti di opere militari portandoci sulla soprastante dorsale che si approccia con una serie di strette svolte spesso affacciandoci a precipizio sulla sottostante selvaggia Val Clusa e sul Canale D'Agordo. Più sopra si prosegue (accompagnati da un cordino di sicurezza) in tratti quasi sulla cresta portandosi facilmente sulla cima del Valaraz (1883 m – ore 0.50’ dal bivio). Spettacolare il paesaggio che si gode dalla dorsale con i Monti del Sole, il Gruppo dello Schiara, del Talvena e del Castello di Moschesin (ma dalla cima anche dei monti della conca agordina). Proseguendo in cresta si arriva sotto le Pale del Fien dove, abbandonato il sent. 541 che prosegue fino a Malga Moschesin, buttandosi a sinistra nel pendio boscoso per un sentiero tratteggiato, si raggiunge Malga Foca (m. 1495). Dalla malga si scende, con numerosi tagli, lungo la strada con segnavia 542 che in breve porta al bivio di quota 1350 da dove arriva la mulattiera che proviene dalla Forcella Folega. Più sotto, attraversato il Valin d'Ortigas, a quota 1271 troviamo in una piccola nicchia su un masso una statuetta di Sant'Antonio e, ripassati per la Madonna de S'ciar, in breve, tra mulattiere e vecchi sentieri di lavoro, arriviamo al parcheggio.

 

Comprensorio: Gruppo Schiara-Talvena
Responsabile gita:

Luigino Bordignon   3333591239 e Pietro Dalla Valle

Abbigliamento: Da media montagna
Trasporto: Mezzi propri

 

Altitudine Salita Discesa Difficoltà Tempo
1900 650/985 650/985 EE 6 ore

Programma:

Ore 08:00 Ritrovo presso il parcheggio dell'OK a Pove del Grappa e  ore 10:00 Inizio dell’escursione
Ore 16,30 Arrivo e bicchierata di fine gita , ripresa delle auto e rientro a Bassano del Grappa


Ritrovo martedì 30 Maggio dalle ore 21:00 in sede CAI per la presentzazione e le iscrizioni.

P.S. La gita è valida per il concorso fotografico: Un click con il Gruppo Naturalistico
Visitate il nostro sito: www.grupponaturalisticodalsasso.it      

 

Novembre

23

Giovedì